Drone fornisce pollo fritto alla zona di disastri nucleari

I negozi di comodità in Giappone sono diventati più convenienti.

Un uomo anziano ha ricevuto la prima consegna del drone di Giacomo da un negozio di generi alimentari il 31 ottobre – parte di uno sforzo maggiore per aiutare un’area ancora recuperata dal disastro nucleare 2010 di Fukushima.

Tsuguo Takano, 70 anni, di Minamisoma, una città che si trova a 16 miglia dalla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, ha ordinato il pollo fritto e le crocchette del negozio Lawson. Ha ricevuto l’ordine in pochi minuti e ha detto Kyodo News che il suo pasto era “caldo e gustoso” e spera che il servizio continui.

Lawson ha collaborato con la società commerciale e-commerce Rakuten e ha scelto Minamisoma come primo sito di consegna perché molti residenti della città sono anziani e hanno difficoltà a muoversi.

Quasi tutti i 71mila residenti della città sono stati costretti ad evacuare a causa di un fallimento radioattivo dal disastro nucleare del 2011. Circa 57.000 sono tornati dopo che l’ordine di evacuazione è stato revocato nel luglio 2016. Le scuole hanno riaperto in aprile.

Minamisoma sta lavorando con il governo giapponese per trasformare la regione montuosa in un “campo di prova per le tecnologie della robotica”, secondo un post di blog di Rakuten. Il progetto fa parte di un più ampio sforzo di recupero conosciuto come Fukushima Innovation Coast Scheme.

Lawson già gestisce un servizio di negozio di mobili nella zona, ma funziona solo due giorni alla settimana e non porta tutto ciò che l’archivio svolge. Rakuten sta lavorando anche su un servizio che avrebbe usato i droni per consegnare ai residenti i loro farmaci.

Il servizio di consegna del drone di tipo conveniente si svolgerà per sei mesi prima che le aziende decidano se renderlo un servizio permanente.

Precedente Zona di volo a livello nazionale per i droni non registrati  Successivo DHS avverte delle minacce terroristiche con droni, sostanze chimiche e aerei