Dopo Harvey, i drones di assicurazione prendono il cielo del Texas

I regolatori di assicurazione stanno portando più drones con loro che mai quando vanno in Texas per valutare i danni da Harvey.

Le aziende stanno usando i droni su una scala molto più ampia per registrare le immagini, risparmiare tempo e risparmiare regolatori umani da avventurarsi in aree non sicure. Gli assicuratori hanno aumentato le loro flotte poiché l’Amministrazione federale dell’aviazione ha facilitato alcune restrizioni un anno fa e li ha provati in aree del sud-est degli Stati Uniti colpite dall’uragano Matteo lo scorso ottobre.

 

L’assicurazione viaggiatori, con sede a Hartford, Conn., Aveva 65 piloti certificati di vela da venerdì tra i 600 dipendenti dispiegati nella zona di Houston. Lo specialista Laura Shell, che sarà a Texas questa settimana, ha trascorso la scorsa settimana presso il centro di formazione della società a Windsor, Conn., Imparando a pilotare i droni.

HURRICANE HARVEY : Uno sguardo più attento alle inondazioni bibliche di Houston

TRADUTTORE
Per leggere questo articolo in una delle lingue più parlate di Houston, fai clic sul pulsante qui sotto.

Seleziona lingua​▼
“Questo è grande”, ha detto Shell, 55 anni, di Lexington, Va., Il cui lavoro prevede scalini da scalare. “Mi permetterà di dare un’occhiata a aree non facilmente accessibili e sui tetti e farlo rapidamente”.

Un programma pilota

I droni ridurranno drasticamente i tempi necessari per valutare i danni, secondo Jim Wucherpfennig, vicepresidente delle rivendicazioni per i viaggiatori. La società ha addestrato 300 dipendenti come operatori certificati di drone e prevede di avere circa 600 entro i primi del 2018, ha detto.

Invece di fare due o tre viaggi in una casa, spesso con un appaltatore esterno allenato per la creazione di scaffold e scale, i regolatori saranno in grado di effettuare controlli esterni dettagliati in un solo viaggio. La telecamera del drone è collegata ad un’applicazione sul telefono del dipendente, consentendo loro di effettuare delle misurazioni e di scattare foto e video ad alta definizione, spesso come il cliente guarda.

HURRICANE HARVEY : Uno sguardo più attento alle inondazioni bibliche di Houston

 

Ma i droni hanno limitazioni. Non possono volare in forte vento o pioggia e non possono andare dentro le case per esaminare i danni.

Questo è uno dei motivi per cui la Farm State ha deciso di non utilizzare la sua flotta di drone a Houston, ha detto il portavoce Chris Pilcic.

“Con i danni causati dall’uragano Harvey, i nostri crediti avranno probabilmente bisogno di ispezionare sia l’interno che l’esterno della casa per valutare la copertura e i danni”, ha detto. “Per questa situazione, scopriamo che il modo migliore per servire i nostri clienti e valutare la copertura e il danno è attraverso la gestione dei reclami on-the-ground”.

Drones su Houston

La maggior parte degli assicuratori principali ha una flotta di droni, e la tecnologia è diventata così poco costosa che le piccole aziende stanno cominciando ad usarlo, secondo Jim Whittle, i principali sostenitori del consiglio per la American Insurance Association. Ha detto che i vantaggi sono stati evidenti nella risposta all’uragano Matteo.

“Se aveste una buona vista, ad esempio, ma siete stati fermati dalla natura o dalla legge per entrare in un’area, potreste mettere un drone nella zona e avere accesso a quella proprietà”, ha detto. “Questo potrebbe dimostrare immediatamente che si trattava di una proprietà che avesse notevoli danni al vento, diciamo, e consentire all’assicuratore di tagliare un controllo”.

STORIE DEGLI INCONVENI: Ogni Houstoniane ha una storia di Harvey

Allstate ha contratto con un operatore di droni di terze parti per fare centinaia di ispezioni al giorno nella zona di Houston, ha dichiarato il portavoce Justin Herndon. L’azienda utilizza anche velivoli ad ala fissa, dotati di tecnologia di intelligenza artificiale, per valutare i danni alla regione, confrontando le immagini prima e dopo la tempesta, ha detto.

“Questo è l’uso più ampio dei droni che abbiamo mai fatto parte”, ha detto.

 

Le persone utilizzeranno le informazioni dei drones e degli aerei per contribuire a fare le loro stime, ha detto Herndon, ma la tecnologia non sostituirà i regolatori.

Precedente Trump pronta a lasciare alcuni limiti sui colpi di drone e incursioni di commando Successivo drone: la domanda in Florida del sud