La minaccia di sicurezza che abbiamo ignorato: i droni terroristi

Droni terroristi.

Due anni fa, avresti avuto un momento difficile ottenere un incontro con un junior staff di Washington per discutere l’argomento. Un anno fa, le persone avevano cominciato ad aprire le sopracciglia. Ora, questo è l’argomento A per un’intera “comunità di esperti che è emersa all’interno del governo federale”, come ha affermato il comitato dei senatori di Nicholas Rasmussen, centro nazionale del terrorismo. “È un vero problema”, ha detto.

Quanto è reale? I combattenti di stato islamico in Iraq e in Siria, utilizzando gli aerei a scaffale modificati per abbandonare le granate, hanno ripetutamente minacciato le forze speciali di operazioni statunitensi. Se lo fanno in Raqqa, sicuramente qualcuno cercherà di farlo qui.

sottoscrivi
Deve essere raccontata la storia.
Il tuo abbonamento supporta il giornalismo che conta.
Prova 1 mese per $ 1
Il direttore dell’FBI Christopher A. Wray , testimoniando lo stesso pannello, ha dichiarato che la minaccia è palpabile e immediata: “L’aspettativa sta arrivando immediatamente”. I droni sono “relativamente facili da acquisire, relativamente facili da operare e abbastanza difficili da disturbare e tenere sotto controllo.”

La maggior parte dei drones in vendita negli Stati Uniti sono piccoli uccelli a corto raggio mirati al mercato degli hobbisti e non adatti a trasportare il carico. Ma per il prezzo di una TV a schermo piatto, un terrorista potenziale può andare in linea e acquistare un modello commerciale abbastanza pesante da consegnare un piccolo pacchetto. Non c’è bisogno di essere uno sceneggiatore di Hollywood per immaginare che cosa potrebbe venire: Un elicottero quasi silenzioso, a bassa quota, con una piccola bomba o una fornitura di materiale tossico per i rilevatori di metalli e le barriere e le guardie del corpo per colpire un incontro pubblico o un senior segno ufficiale o santo. Nel 2015, un drone di hobbyista è atterrato sul prato inglese della Casa Bianca.

Risvegliando la minaccia, l’amministrazione di Trump ha elaborato una legislazione quest’anno per migliorare le forze di polizia nel monitoraggio dei droni civili e dei loro payload – anche codificando l’autorità per distruggere i droni in volo che sembrano minacciosi. Tra il numero crescente di hobbisti e imprenditori che fanno scalo a drones per divertimento o profitto, molti hanno espresso allarme alla proposta di legge. Ma forse dovrebbero prendere le loro denunce ad al-Qaeda.

 

Il fatto duro è che il pericolo di oggi sarà seguito presto da una minaccia molto più grande. Mentre Rasmussen e Wray erano in Capitol Hill testimoniando il problema dei drones radio-controllati e GPS di dimensioni relativamente ridotte, molti dei migliori scienziati nel campo del volo autonomo stavano riunendo a Vancouver, BC, per condividere i dettagli del loro progresso sulla costruzione di aerei completamente autonomi .

Un tale scienziato ha condiviso le sue preoccupazioni su di me su dove questo è diretto. Dice con fiducia che la tecnologia del drone off-the-shelf si muoverà rapidamente dai grani di granata a carichi di 10 o 12 libbre. Come dimostrano i bombardieri suicidi, una grande quantità di distruzione può essere imballata in una vasca di circa quella dimensione.

Ancora più importante è il rapido progresso verso la navigazione veramente autonoma. Incoraggiati dai pianificatori del Pentagono che prevedono che gli elicotteri salvarono e forniscano missioni in zone di combattimento che non mettono a repentaglio gli equipaggi umani, gli scienziati della riunione di Vancouver stanno andando a costruire dei droni che volano indipendentemente dalla guida radio o dal GPS. Questi aeromobili possono “vedere” e sondare il terreno per sapere esattamente dove sono e dirigersi di conseguenza per evitare traffico, alberi e linee elettriche sulla strada verso le loro destinazioni.

 

Oppure i loro obiettivi.

Se sei entusiasta dell’idea di un giorno entrare in un velivolo personale, toccando un punto finale nel pannello di controllo e sbattendo per lavorare al di sopra del traffico ingannato, la promessa di un volo veramente autonomo è eccitante. Gli innovatori profondi, come il fondatore di Google, Larry Page e Airbus, stanno perseguendo l’idea di velivoli personali in volo.

Ma se sei un esperto del terrorismo, questa roba ti preoccupa. Le nostre migliori difese contro i drones terroristi si inseriscono in tre categorie. Il primo è il radar, ma il radar si comporta male contro i piccoli e low-flying craft. In alternativa, possiamo bloccare i segnali radio, ma i drones autonomi in fase di sviluppo non avranno bisogno di un radiocomando. La terza difesa è interrompere il GPS. Ma un drone che può “leggere” il terreno e reagire agli ostacoli sarà in grado di volare senza questa guida.

“I veicoli che stiamo sviluppando [per il Pentagono] sono stati appositamente progettati per allineare tutti e tre i sistemi di prevenzione”, mi ha detto lo scienziato preoccupato.

Una cosa che conosciamo sulla tecnologia: l’esperimento improbabile di oggi è il gadget poco costoso di domani. Probabilmente hai più potere di calcolo nella tua auto che la NASA aveva sulla navetta spaziale. Se i drones autonomi sono in grado di eseguire complesse missioni di combattimento simulate oggi e sono – si può scommettere che la tecnologia sarà finalmente disponibile ampiamente ed a buon mercato in forme più piccole agli acquirenti ordinari.

 

E una cosa che conosciamo sui terroristi: amano i gadget. Hanno imparato a detonare le bombe usando cellulari, macchine da gioco, chiusure per garage e così via. Una volta che hanno accesso a macchine volanti quasi indeterminate abbastanza grandi per portare sostanziali payloads, possiamo essere sicuri che cercheranno di usarli per sconvolgere il caos. Quale è una minaccia che valga tutta l’attenzione che la comunità degli esperti può dare.

Forse Washington è stato lento a vedere questa nuova minaccia. Ma non è troppo tardi. Ancora.

Precedente Droni spioni in australia Successivo Gli incidenti a Oceanside invitano a stabilire regole per i droni